lunedi' 28 ottobre - sabato 2 novembre VIA FRANCIGENA DA VITERBO A ROMA

francigena1Un Cammino di sei giorni là dove Sigerico nel 990 camminò per tornare da Roma dove il Papa gli diede il Palio. Sigerico, Arcivescovo di Canterbury tornò oltre Manica a piedi in 79 tappe. Noi ne faremo 5, ma ci basteranno per capire cosa vuole dire camminare su strade bianche e sentieri in un dolce paesaggio collinare, quello tra la Tuscia e la capitale, di lontane civilta', di passaggi di truppe, di borghi medievali, di cucina dai sapori forti, e infine, della citta' eterna con l'arrivo nel suo cuore religioso e simbolico, la piazza del colonnato di San Pietro. Non sara' un caso che la strada che percorreremo per l'arrivo a Roma sara' esattamente la Trionfale. Un'esperienza che ci porteremo addosso per la vita, come se la porteranno le nostre scarpe!

 

 

 

PROGRAMMA

francigena vtrm1Il cammino è organizzato da lunedi' a sabato ma, con mezzi propri è possibile aggiungersi e abbandonarlo in autonomia anche negli altri giorni. Le strutture che ci ospiteranno saranno strutture di accoglienza della via Francigena come monasteri e conventi, pensioni, ostelli, piccoli alberghi sempre con mezza pensione. I monasteri e i conventi sono di estrema suggestione. Il pranzo è sempre al sacco ed e' richiesta capacita' di addatamento.

E' previsto, per chi lo desiderasse, il servizio di trasporto del bagaglio con un costo aggiuntivo e, per chi ritenesse alcune tappe troppo impegnative, magari per la momentanea stanchezza, sarà possibile comunque giungere alla tappa successiva tramite i trasporti pubblici e riposarsi un'intera giornata.

 

 

francigena vtrm3Lunedi'. Partenza in auto e arrivo a Viterbo. In cammino da Viterbo a Vetralla. 

Dal palazzo dei papi, scenderemo alla base delle mura cittadine per dirigerci subito verso uno dei punti più spettacolari di tutto il nostro cammino, ovvero una via cava etrusca, quella di Sant’Antonio lunga circa 2 km e con pareti di tufo alte più di 15 m. Poi, tra coltivi e ulivi, fino alla sommità di una collina, qualche saliscendi, ci farà attraversare zone con casali e vialetti sino ad arrivare nella piazza principale di Vetralla.

Dislivello in salita 280 m. Dislivello in discesa 50 m. Sviluppo 16 km, difficoltà facile.

 

 

 

 

francigena vtrm2Martedì. In cammino da Vetralla a Sutri.

Usciti da Vetralla, percorreremo un bellissimo tratto in una fitta foresta, cui faranno seguito coltivazioni di noccioline che ci porterà sino alle torri d’Orlando, monumenti funerari di epoca romana. Ancora coltivazioni e arriveremo alle imponenti mura di Capranica in sapor di Tuscia e di tufo ormai da parecchio, che ritroveremo in forma di via cava ancora brevemente dopo il paese. Ancora boschi, fitti, e ancora una piccola parte di via cava che ci condurrà ad una necropoli romana e ad un anfiteatro, tramite la variante archeologica che di lì a poco ci farà entrare a Sutri, vera e propria perla della Tuscia.

Dislivello in salita m 410. Dislivello in discesa m 400. Sviluppo 23,5 km, difficoltà media.

 

 

Mercoledì. In cammino da Sutri a Campagnano di Roma.

La prima parte della tappa attraversa le grandi campagne a pascolo e prato fino ad arrivare in prossimità di Monterosi. Riprenderemo il cammino dopo una pausa per riportarci tra i campi fino alle cascate di Monte Gelato, nel territorio di Mazzano Romano, un'area parco dove potremo anche riposare. Entreremo quindi nel Parco di Veio, ancora tra boschi e aziende agricole, e su una strada sterrata panoramica arriveremo fino alle porte di Campagnano.

Dislivello in salita m 350. Dislivello in discesa 390. Sviluppo 24,5, difficoltà media.

 

francigena vtrm4Giovedì. In cammino da Campagnano di Roma a La Storta

Inizieremo l’ultima tappa nella natura della via Francigena, in quanto l’ultimo giorno sarà dedicato alla penetrazione della vasta area urbana di Roma, con un percorso tutto in dolci saliscendi. Poco dopo la partenza saremo nella valle del Sorbo, area naturalistica di estremo interesse, di bosco e pascolo. Un breve passaggio nel pittoresco villaggio di Formello e saremo di nuovo in ambiente naturale, sino all’antica etrusca Veio e a passare il ponte Sodo, sempre di epoca etrusca. Ancora poco e saremo nei pressi della moderna Cassia alla periferia di Roma, nei pressi de La Storta.

Dislivello in discesa m 690. Sviluppo 22,8 km, difficoltà media.

 

 

francigena vtrm6Venerdì. In cammino da La Storta a Roma.

Da La Storta non avremo che la possibilità di percorrere per circa un ora il marciapiede della attuale Cassia, ma poi entreremo nella quiete del parco dell’Insugherata, ormai nella città di Roma. Attraversato il parco saremo ormai a monte Mario, il monte “della gioia”, monte dal quale gli antichi Pellegrini realizzavano di essere ormai arrivati, il cui parco attraverseremo e che ci rallegrerà con la visione dall’alto della nostra meta, la città eterna e san Pietro, al centro della cristianita’. Dovremo solo scendere verso san Pietro e avremo concluso la parte finale di un percorso unico al mondo, antico, affascinante, pieno di suggestioni e di diversità, la nostra via Francigena!

Dislivello in salita m 310. Dislivello in discesa m 450. Sbiluppo 19,1 km, difficoltà facile.

 

Sabato. Breve visita di Roma e ritorno in treno a Viterbo e in auto a Milano

 

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: Roberto 347.4688997 -Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ritrovo: alle ore 6,30 a Milano alla stazione ferroviaria di Rogoredo oppure alle 11,45 in piazza del Duomo a Viterbo con pranzo al sacco e acqua per il cammino. Se hai necessità di trovare altre soluzioni contattaci che ci accorderemo.

Difficoltà: T/E su facile sentiero con tappe di medio impegno.

Costi: € 370,00 per la sistemazione in camera doppia o tripla in mezza pensione, l'organizzazione, l'assistenza in loco e le spese della guida.

Costi: € 120,00 a persona da corrispondere alla guida in loco in possesso di assicurazione professionale RC, per l'accompagnamento.

Costi non inclusi: i pranzi e i costi di viaggio. I costi di viaggio, sostenuti dagli autisti di tutte le auto utilizzate, saranno divisi tra i partecipanti in modo equo, ad eccezione degli autisti stessi e della guida.

Servizi eventuali: E' possibile usufruire del trasporto del bagaglio per l'intero trekking al costo di € 50,00 da pagarsi in loco.

Nota 1 Attrezzatura classica da escursionismo con zaino, scarpe o scarponi, guscio antivento e antipioggia, capi vari che permettano la vestizione a strati sovrapposti, borraccia, guanti, cappello, lampada frontale. Pranzi al sacco (sempre esclusi dal costo) che ci si procurerà di giorno in giorno. Il primo giorno sarà necessario avere il pranzo al sacco al ritrovo (se hai dubbi su come affrontare la preparazione dello zaino e del bagaglio, chiama la guida).

Nota 2  Le strutture che ci ospiteranno saranno monasteri, pensioni, bed & breakfast, piccoli alberghi. 

Iscrizioni: ci si prenota attraverso la scheda di iscrizione del sito che ha valore legale di contratto. La disdetta, se data entro i quindici giorni precedenti l'uscita, comporta, comunque, il pagamento dell'intera quota. Il numero massimo di posti è 15 e l'attività verrà svolta solamente al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. In caso di condizioni ambientali non consone l'uscita verrà spostata o annullata. L'iscrizione si intende perfezionata al versamento della caparra di € 70,00 sul conto corrente IT62K0306955740100000679002 specificando nella causale FRANCIGENANOMECOGNOME.

Se ti servono altre informazioni telefona al 347.4688997 (Roberto, la guida che condurrà l'escursione).

Organizzazione tecnica di Geosfera Viaggi – gruppo Globe Inside srl 

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 28-10-2019 6:30
Termine evento 02-11-2019 19:30
Disponibili 14
Chiusura iscrizioni 13-10-2019 000
Costo per persona €490.00
Difficolta' T/E su facile sentiero con tappe di medio impegno
Dislivello 580 m, il maggiore
Luogo MIlano, Piazzale stazione Rogoredo FS