venerdi' 16 - domenica 18 agosto L'ANELLO SULL'ALTA VIA DELLA VALMALENCO (3182 m)

rifugio marinelli bombardieri 1Un trekking di tre giorni, breve ma intenso. Un anello che parte e termina alla diga di campo Moro in alta Valmalenco, esattamente dove finisce il precedente al quale e' possibile partecipare creando cosi un unica vacanza. Il trekking e' tutto puntato su un cammino che in breve consente di addentrarsi nella parte piu' impervia dell'Alta Via, a ridosso dei ghiacciai del Bernina prima tra alpeggi incantevoli come il Musella, risalendo valli solitarie come la Scerscen e ritrovandosi quasi all'improvviso in un ambiente austero, proprio dell'alta quota a riposare in un rifugio storico, alpinistico e famoso come il Marinelli Bombardieri. Poi una preziosa vetta, la punta Marinelli, a 3182 m e poi la traversata verso il rifugio Bignami, in un luogo incantevole con la veduta dei ghiacciai di Fellaria. Un'ultima giornata a chiudere il cerchio ci portera' sulla facile cima di val Fontana, ancora a oltre 3000 m a lasciare le stupende vedute sul Bernina e sullo Scalino e a dominare i laghi di campo Moro e di alpe Gera. Alta montagna in Valmalenco!

NB: è possibile unire il trekking a quello residenziale precedente FERRAGOSTO IN ALTA VALMALENCO dal 12 al 15 agosto.

 

PROGRAMMA

puntamarinelli 002Primo giorno. Salita al rifugio Marinelli. Dal parcheggio della diga di campo Moro inizieremo con una breve discesa verso il fondovalle della piccola valle di campo Moro per poi risalire il lato destro sino all'incantevole alpeggio di Musella. Da qui ci inoltreremo nella angusta valle di Scerscen sino a sbucarne nella parte piu' ampia ben piu' in alto, dove ormai si faranno ben evidenti le tracce dei ghiacciai che si stanno fondendo. Il sentiero si muovera' tra una morena e l'altra in un ambiente dominato dai ghiacciai dei Scerscen Inferiore e Superiore. Ancora poco e saremo arrivati nel luogo spettacolare dove sorge l'antico rifugio Marinelli Bombardieri ormai a contatto con le punte e le creste del Bernina.

Difficoltà: E, escursionistica

Dislivello: 1000 metri circa

Quota massima: 2813 metri

 

fellaria 3Secondo giorno. Punta Marinelli e la traversata al rifugio Bignami. Poco a nord-est rispetto al rifugio il sentiero si dirige verso il passo Marinelli, tra la valle di Caspoggio e il ghiacciaio di Fellaria ovest. In breve la raggiungeremo di primo mattino e saremo a sovrastare uno dei piu' bei ghiacciai del versante sud del Bernina. Ancora uno sforzo e tramite la cresta arriveremo in vetta alla punta Marinelli, massima quota del trekking. discesi dal medesimo sentiero, ci dirigeremo di passaggio al rifugio Marinelli, dove recupereremo il materiale inutile per la salita alla punta. Dal rifugio ci incammineremo verso la bochetta delle forbici sfiornado il monumento degli Alpini. Appena oltre la bocchetta saremo al rifugio Carate Brianza dove ci attendera' una sosta. Il cammino riprendera' con il traverso e la ripida ma breve salita che ci condurra' alla forcella di Fellaria. Non rimarra' altro che la discesa, prima ripida e poi dolce sino all'alpeggio di Fellaria e al vicino rifugio Bignami, con la su posizione spettacolare tra i laghi artificiali e i ghiacciai e dal quale sara' ben visibile la vetta del giorno successivo.

\Difficoltà: EE, con qualche passaggio impegnativo per la punta Marinelli

Dislivello: 850 metri circa

Quota massima: 3181 metri

 

fontanaTerzo giorno. La salita alla cima di val Fontana e il ritorno alla diga di campo Moro. Partiremo dal rifugio di buon mattino per scendere lievemente sino quasi alle sponde del lago di alpe Gera, sempre con lo scenario dei ghiacciai di Fellaria al nostro fianco e poi risalire all'alpe Gembre. Da qui percorreremo la p. iccola val di Confinale sino al passo omonimo che la divide dalla svizzera val Poschiavo il cui capoluogo e' proprio sul fonvalle. Il crinale verso nord ci portera' in breve al bivacco Anghileri e Rusconi, ma da qui la salita sara' ancora lunga. Il crinale si fara' meno ampio e prima della vetta, sempre ben visibile a sinistra, atraverseremo un a conca detritica punteggiata da vari minuscoli laghetti. Da qui la cresta ci portera' alla sommita' della cima di val Fontana. Ancora spettacolo di vette bellissime tra pizzo Scalino, Zupò, Argento, Scerscen. Dopo le consuete fotografie di vetta, non ci restera' che scendere sul medesimo sentiero sino all'alpe Gembre e fare ritorno dal lato sinistro idrografico del bacino di alpe Gera sino al parcheggio del lago di campo Moro. Occhi pieni di montagna!

Difficoltà: EE, con qualche passaggio impegnativo

Dislivello: 950 metri circa

Quota massima: 3066 metri

 

Se vuoi, puoi cominciare la vacanza qualche giorno prima con il trekking residenziale FERRAGOSTO IN ALTA VALMALENCO con base al confortevole rifugio Zoia dal 12 al 15 agosto.

 INFORMAZIONI E ISCRIZIONI: Roberto 347.4688997 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ritrovo: alle ore 6,30 presso piazzale Lotto a Milano di fronte al Lido. Clicca su Luogo della tabella in basso per vedere la mappaSe hai necessità di trovare altre soluzioni contattaci che ci accorderemo.

Costi: € 135,00 per i soci CAI, € 150,00 per i non soci CAI per l'alloggio in albergo in mezza pensione, l'organizzazione, l'assistenza in loco e le spese della guida.

Costi: € 75,00 a persona da corrispondere alla guida in loco, in possesso di assicurazione professionale RC, per l'accompagnamento.

Costi non inclusi: i pranzi e i costi di viaggio. I costi di viaggio, sostenuti dagli autisti di tutte le auto utilizzate, saranno divisi tra i partecipanti in modo equo, ad eccezione degli autisti stessi e della guida.

Nota 1: Attrezzatura classica da escursionismo che comprenda guscio antivento e antipioggia. capi vari che permettano la vestizione a strati sovrapposti, borraccia, crema solare ad alta protezione, occhiali da sole, guanti, cappello, necessario per la propria igiene e pulizia, sacco-lenzuolo (possibile con sovraprezzo dotarsene in rifugio).

Nota 2: Pranzo al sacco. Il primo giorno è necessario avere con se il pranzo al sacco sin dalla partenza, mentre i restanti potranno essere acquistati in loco per chi li desidera. Cena e colazione in rifugio.

Iscrizioni: ci si prenota attraverso la scheda di iscrizione del sito che ha valore legale di contratto. La disdetta, se data entro i dieci giorni precedenti l'uscita, comporta, comunque, il pagamento dell'intera quota. Il numero massimo di posti è 15 e l'attività verrà svolta solamente al raggiungimento del numero minimo di partecipanti. In caso di condizioni ambientali non consone l'uscita verrà spostata o annullata. L'iscrizione si intende perfezionata al versamento della caparra di € 40,00 sul conto corrente IT62k0306955740100000679002 specificando nella causale VALMALENCONOMECOGNOME.

Se ti servono altre informazioni telefona al 347.4688997 (Roberto, la guida che condurrà l'escursione) 

Caratteristiche dell'evento

Inizio evento 16-08-2019 6:30
Termine evento 18-08-2019 19:30
Disponibili 9
Chiusura iscrizioni 04-08-2019 22:00
Costo per persona € 210,00 per i soci CAI, € 235,00 per i non soci CAI
Difficolta' E, escursionistico. EE con qualche passaggio impegnativo per la punta Marinelli
Dislivello 1000 m circa il massimo
Luogo ritrovo Milano - P.le Lotto